mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeIN EVIDENZAVaccinazione anti Covid: nuove varianti, popolazioni disorientate

Vaccinazione anti Covid: nuove varianti, popolazioni disorientate

La inoculazione del vaccino antivirus è la condizione per immunizzarci e raggiungere l’immunità di gregge,con la vaccinazione di circa il 70% della popolazione.E mantenere uno stile di vita di allerta preventiva del virus, che varia e può mutare in tutto il ogni Regione del Globo:la vaccinazione potrebbe ripetersi per anni!Ma, come in guerra, si rinnovano nel nostro vissuto quotidiano paure,ansie,emotività giustificate: la Scienza, constatata la novità scientifica del virus, parla diverse lingue,che si accavallano e, purtroppo, si contraddicono,  non calcolandone le nefaste ricadute sulle popolazioni disorientate. Il ritmo delle somministrazioni è ancora lento, le fiale e i somministratori sono insufficienti alla bisogna
in tutto il Paese. Bisogna assolutamente che il Governo pensi a fare da sè sull’approvvigionamento dei vaccini e sull’organizzazione dell’inoculazione, in tempi reali.Ma è fondamentale garantire la salute di tutti i cittadini, anche alla luce delle ultime sospette conseguenze fisiche e alcune letali, che hanno colpito cittadini giovani e adulti, senza patologie particolari,dopo la somministrazione di un vaccino,la cui Storia non sembra aver avuto sorte lineare e compiutamente affidabile. Prevenire è meglio di curare. Sospenderne l’utilizzo, fino a quando non si farà completa  luce  su quanto accaduto, sarebbe segno di grande responsabilità professionale e civile.

Gesualdo Orlando

- Advertisment -

Più letti