domenica, Aprile 14, 2024
HomeIN EVIDENZAFederazione Architetti Sicilia alla Regione Sicilia: "negli Enti grave carenza di dirigenti...

Federazione Architetti Sicilia alla Regione Sicilia: “negli Enti grave carenza di dirigenti e funzionari tecnici”

Sovrapposizione di incarichi, professionisti in pensione, carenza di competenze specifiche nei ruoli apicali e per l’ordinaria amministrazione. Sono temi caldi in Sicilia nell’ambito delle Pubbliche Amministrazioni comunali e regionali, specialmente per quanto riguarda il governo del territorio e i lavori pubblici. La carenza di personale in Sicilia è stata bilanciata con un concorso indetto dalla Regione Siciliana nel lontano 1986 e con conseguenti assunzioni di ingegneri, architetti, geometri e geologi nel 1989, spalmati su tutto il territorio. “Per ogni provincia allora furono assunti circa 200 professionisti per compensare il fabbisogno di ogni Ente furono messi a concorso posti per 45 ingegneri, 45 architetti, geologi e 100 geometri; anche gli idonei furono successivamente assunti per coprire posizioni vacanti. In ben 37 anni – nessun concorso, solo recentemente alcuni bandi per pochissime unità”. E’ quanto dichiarato da Alessandro Amaro (nella foto), coordinatore regionale della Federazione Architetti Sicilia in merito alla grave carenza di  dirigenti e funzionari tecnici negli enti pubblici, auspicando un “concorsone come quello del 1986”. “Questo vuoto comporta anche l’assegnazione d’incarichi di Rup, direttore dei lavori, coordinatore della sicurezza a dipendenti che per tutta la loro carriera non si sono mai occupati di lavori pubblici, né hanno seguito corsi di formazione specifici per l’attività da svolgere. C’è un’evidente sperequazione tra le due figure: il libero professionista deve avere tutti i requisiti di legge per partecipare a una gara di progettazione, il dipendente pubblico può anche non avere il titolo di studi idoneo e può progettare la stessa opera”.

Più letti