venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeIN EVIDENZAConsorzi di bonifica: chiesta l'assunzione dei precari abbandonati da 20 anni

Consorzi di bonifica: chiesta l’assunzione dei precari abbandonati da 20 anni

“Musumeci ponga fine al vergognoso abbandono dei precari dei Consorzi di bonifica, che da 20 anni aspettano di conoscere il loro destino, e trovi i fondi necessari per le assunzioni, rispettando la volontà del Parlamento regionale che ha legiferato proprio in questo senso”. E’ la richiesta ufficiale dei deputati regionali del Movimento 5 Stelle Jose Marano e Valentina Zafarana (nell’immagine), entrambi componenti della commissione Attività produttive all’Ars, insieme al collega deputato Giovanni Di Caro, tutti presenti oggi all’audizione in commissione durante la quale si è discusso delle problematiche del personale dei Consorzi di bonifica. “Sono stati accumulati molti ritardi e disomogeneità tra i vari Consorzi. Con i fondi a disposizione, un milione di euro, si copre solo l’assunzione di 24 lavoratori”, evidenziano i deputati regionali. Tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo saranno pubblicate le graduatorie necessarie per l’applicazione dell’art. 60 della Legge di Stabilità 2021, che prevede l’assunzione dei lavoratori 151isti, 101isti e 68isti, che da circa vent’anni vedono precarizzato il proprio futuro.

- Advertisment -

Più letti