domenica, Settembre 25, 2022
HomeCronacaNetturbini "mancanti" e pagati? Denuncia del sindacato Sifus-Confali nel Calatino

Netturbini “mancanti” e pagati? Denuncia del sindacato Sifus-Confali nel Calatino

   Servizi municipali di nettezza urbana (ieri), servizi ambientali (oggi) nel Calatino: qualcosa non “funziona” sul piano lavorativo per gli operatori ecologici. Sono complessivamente 220 i titolari di contratti a “full time” nei 15 Comuni del circondario, ma solo 170-180 unità sarebbero regolarmente impegnate nelle attività giornaliere di raccolta dei rifiuti solidi urbani, pulizia di strade e vicoli, trasporto e conferimento.
  Lo ha denunciato il sindacato autonomo Sifus-Confali, lamentando l’aggravio delle prestazioni di lavoro per gli occupati dell’impresa che eroga i servizi nel comprensorio. «I primi riflettori – ha ammesso la sindacalista Lucia Inzirillo – sono stati puntati sul Comune di Palagonia, che presenta dati anomali. Il canone mensile che il Comune paga all’azienda “Ecogest” include le retribuzioni di 17 operatori ecologici, nonchè di tutti gli addetti alla guida di autocompattatori e automezzi. Di fatto la forza lavoro è però dimezzata».
   Sulla vicenda abbiamo interpellato KalatAmbiente e l’amministrazione comunale di Palagonia. L’unica risposta è finora giunta dal presidente del Consiglio, Francesco Fazzino, che non ha escluso la convocazione di una seduta del civico consesso, sottolineando «l’esigenza indifferibile di tutelare i diritti dei lavoratori effettivi e le aspettative della comunità palagonese. L’attività di verifica è soltanto all’inizio, ma dovranno essere pure accertati o smentiti gli eventuali profili di danno erariale».
   Le anomalie, però, potrebbero riguardare anche altri Comuni. Il Sifus-Confali ha annunciato l’avvio di un monitoraggio in altri Enti locali, verificando le liquidazioni mensili, il numero degli occupati per contratto e nella realtà giornaliera. Qualcosa non “funziona” sicuramente e dovrà essere chiarita nell’interesse delle comunità locali. Proprio nelle scorse settimane, a 13 Comuni calatini, la Regione aveva riconosciuto un bonus di premialità per gli indici di raccolta differenziata dell’anno 2019.
- Advertisment -

Più letti