mercoledì, Aprile 21, 2021
Home IN EVIDENZA Caltagirone: il consigliere Aldo Grimaldi chiede la pulizia straordinaria della città

Caltagirone: il consigliere Aldo Grimaldi chiede la pulizia straordinaria della città

Una richiesta di pulizia straordinaria della città è stata avanzata dal Consigliere comunale Aldo Grimaldi (nell’immagine) All’Assessore all’Ecologia Ing. Francesco Caristia e al Sindaco di Caltagirone Gino Ioppolo. Il consigliere Grimaldi evidenzia come la città “sia sporcata, violata, da alcuni nostri concittadini e non, che sfregiano la bellezza dei nostri borghi e delle nostre campagne abbandonando rifiuti di ogni genere. In alcuni casi, si rileva non solo la presenza di ingombrati o di inerti ma anche di eternit”. Oltre alla pulizia viene chiesto anche il “lavaggio e la sanificazione dei luoghi urbani prestando particolare attenzione alle vie del nostro centro storico ed che la raccolta straordinaria non sia inserita nel computo totale della differenziata cittadina per non penalizzare le elevate percentuali di raccolta raggiunte. Quindi si propone di richiedere deroga alla Regione Sicilia motivandola con la circostanza che non c’è alcuna certezza sulla provenienza del rifiuto dalla Città di Caltagirone, essendo possibile e anche probabile l’abbandono degli stessi da parte di cittadini provenienti da comuni viciniori”.

- Advertisment -

Più letti

Caltagirone: il consigliere Aldo Grimaldi chiede la pulizia straordinaria della città

Una richiesta di pulizia straordinaria della città è stata avanzata dal Consigliere comunale Aldo Grimaldi (nell’immagine) All’Assessore all’Ecologia Ing. Francesco Caristia e al Sindaco di Caltagirone Gino Ioppolo. Il consigliere Grimaldi evidenzia come la città “sia sporcata, violata, da alcuni nostri concittadini e non, che sfregiano la bellezza dei nostri borghi e delle nostre campagne abbandonando rifiuti di ogni genere. In alcuni casi, si rileva non solo la presenza di ingombrati o di inerti ma anche di eternit”. Oltre alla pulizia viene chiesto anche il “lavaggio e la sanificazione dei luoghi urbani prestando particolare attenzione alle vie del nostro centro storico ed che la raccolta straordinaria non sia inserita nel computo totale della differenziata cittadina per non penalizzare le elevate percentuali di raccolta raggiunte. Quindi si propone di richiedere deroga alla Regione Sicilia motivandola con la circostanza che non c’è alcuna certezza sulla provenienza del rifiuto dalla Città di Caltagirone, essendo possibile e anche probabile l’abbandono degli stessi da parte di cittadini provenienti da comuni viciniori”.

- Advertisment -

Più letti

Open chat