lunedì, Luglio 15, 2024
HomeCronacaCaltagirone: controlli a tappeto dei Carabinieri, due denunce per guida in stato...

Caltagirone: controlli a tappeto dei Carabinieri, due denunce per guida in stato di ebbrezza e sanzioni elevate ai locali della movida.

I Carabinieri della Compagnia di Caltagirone, supportati dai colleghi della Compagnia di Intervento Operativo del 12° Reggimento “Sicilia”, con la collaborazione dei militari della locale Compagnia della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale, sono stati impegnati in attività di pattugliamento delle aree di maggiore aggregazione e di quelle più esposte sotto il profilo della sicurezza pubblica, svolgendo un servizio coordinato volto anche a verificare l’osservanza da parte dei datori di lavoro delle prescrizioni in materia di legislazione sociale e sicurezza sui luoghi di lavoro, a tutela dei lavoratori. Sono stati controllati due lounge bar ubicati nel centro cittadino e molto frequentati dai giovani, nei confronti dei cui titolari sono state elevate sanzioni amministrative per occupazione abusiva del suolo pubblico, in quanto nell’area pubblica antistante il locale avevano collocato un bancone frigo, con esposizione e somministrazione di bevande, seppur sprovvisti della prevista autorizzazione comunale, irregolarità nella tenuta della cassa, in quanto la cassa non era stata manutenuta e non garantiva la trasmissione telematica delle operazioni IVA, per cattiva conservazione degli alimenti all’interno della cucina, in quanto venivano rinvenuti alimenti privi di tracciabilità. Inoltre, da un controllo del personale è emersa la presenza di tre lavoratori in nero. I Carabinieri hanno fermato due veicoli, i cui conducenti, ovvero due uomini di 46 e 25 anni, sono stati sottoposti ad accertamenti mediante etilometro, ed è stata riscontrata la presenza nel sangue di un tasso alcolemico superiore al limite consentito e nello specifico pari a 1,84 grammi di alcol per litro di sangue per il 46enne e pari a 1,53 grammi di alcol per litro di sangue per il 25enne. Pertanto sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria e i loro veicolo sono stati sequestrati. Un 22enne ben noto alle forze dell’ordine, perché sottoposto al regime degli arresti domiciliari è stato denunciato per il reato di “evasione” e ricondotto al proprio domicilio, richiedendo all’Autorità Giudiziaria l’aggravamento della misura in essere, che veniva disposto dal giudice, permettendo ai Carabinieri di condurre il giovane presso la casa circondariale di Caltagirone.

Più letti