domenica, Novembre 27, 2022
HomeIN EVIDENZACaltagirone, in ospedale i lavori della Commissione regionale Sanità: «Carenze di medici...

Caltagirone, in ospedale i lavori della Commissione regionale Sanità: «Carenze di medici e criticità da risolvere»

Accogliendo una richiesta del deputato Francesco Cappello, si è riunita la Commissione regionale alla Sanità presso l’ospedale “Gravina” di Caltagirone. I riflettori sono stati puntati sulle maggiori “criticità” del presidio calatino, che accusa, in diverse unità operative e servizi, carenze di figure professionali e medici.

Ai lavori hanno partecipato, oltre al presidente Margherita La Rocca Ruvolo, i parlamentari Antonio De Luca, Giorgio Pasqua e Salvo Siracusa (M5Stelle) quali componenti dell’organo collegiale, nonché Giuseppe Arancio, Alfio Papale, Anthony Barbagallo, Gaetano Galvagno e Giuseppe Compagnone.

Con il sindaco Gino Ioppolo, alla seduta ha partecipato anche una rappresentanza di primi cittadini del comprensorio, che hanno pure rilanciato le istanze delle strutture sanitarie locali: Giuseppe Mistretta (Mineo), Vito Cortese (Vizzini), Giovanni Verga (Licodia Eubea), Giuseppe Purpora (Grammichele), Giovanni Burtone (Militello) e Gianluca Petta (S. Michele di Ganzaria).

Interventi e programmi sono stati sostenuti dalla Direzione strategica dell’Asp di Catania, con il manager, dott. Maurizio Lanza, che ha ribadito ogni attenzione alle esigenze del nosocomio e strategie per il futuro. Sono stati recepiti, altresì, i solleciti dei primi cittadini in merito al fabbisogno urgente di personale, alle dotazioni delle piante organiche e alle assegnazioni mediante procedure concorsuali.

«Agli organi competenti – ha dichiarato l’on. Cappello – sono stati richiesti provvedimenti  tempestivi in materia di mobilità interna, con soluzioni d’ufficio e d’urgenza, nonchè una rimodulazione temporanea dei Pte per i quadri del comparto medico. La Commissione regionale alla Sanità ha adottato, intanto, una bozza di risoluzione che sarà successivamente approvata nel corso della prima seduta».

Le proposte sono state condivise dall’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, nonché da tutti i componenti dell’organo regionale e dai sindaci. La seduta segna, secondo il M5Stelle, «un fatto storico per il nosocomio di Caltagirone e per la sanità di zona. Qualche critica è stata sollevata, infine, alla luce di alcuni ritardi dell’Asp nell’espletamento delle prove di alcuni concorsi e delle conseguenti assegnazioni».

 

- Advertisment -

Più letti