mercoledì, Aprile 21, 2021
Home IN EVIDENZA Precari siciliani, 5 mila lavoratori Asu "vedono" la stabilizzazione

Precari siciliani, 5 mila lavoratori Asu “vedono” la stabilizzazione

   «Il governo regionale ha accolto la mia richiesta, avanzata nella precedente legge finanziaria, dando finalmente via libera al piano regionale per la stabilizzazione dei 5 mila precari Asu rimasti alla Regione. Si tratta di un grande risultato, che riconosce una categoria di precari impegnati da oltre dieci anni in attività socialmente utili presso enti pubblici e rimasti finora esclusi da ogni concorso e piano di stabilizzazione».
Lo ha detto l’on. Carmelo Pullara, presidente e segretario politico organizzativo di “Onda” che ha sottolineato, in un comunicato stampa, l’inserimento in Finanziaria di un articolo da parte del «governo regionale, che prevede la stabilizzazione dei 5 mila precari Asu, applicando una norma statale. Viene accolto così quanto da me richiesto».
Adesso l’Assessorato regionale alla Famiglia ha previsto che le stabilizzazioni possano avvenire anche con contratti a tempo parziale e come lavoratori in eccedenza rispetto alla dotazione organica e al fabbisogno di personale. Si potrà derogare, pertanto, a tutti i paletti che hanno finora bloccato le assunzioni alla Regione, nei Comuni, negli ospedali e in qualunque ente pubblico.
Chi non potrà beneficiare dell’assunzione definitiva, infine, potrà sempre ottenere il prepensionamento anche a 65 anni: la Regione verserà fino al compimento dei 70 anni una integrazione all’assegno dell’Inps. Adesso si attende soltanto l’approvazione finale in aula.
- Advertisment -

Più letti

Precari siciliani, 5 mila lavoratori Asu “vedono” la stabilizzazione

   «Il governo regionale ha accolto la mia richiesta, avanzata nella precedente legge finanziaria, dando finalmente via libera al piano regionale per la stabilizzazione dei 5 mila precari Asu rimasti alla Regione. Si tratta di un grande risultato, che riconosce una categoria di precari impegnati da oltre dieci anni in attività socialmente utili presso enti pubblici e rimasti finora esclusi da ogni concorso e piano di stabilizzazione».
Lo ha detto l’on. Carmelo Pullara, presidente e segretario politico organizzativo di “Onda” che ha sottolineato, in un comunicato stampa, l’inserimento in Finanziaria di un articolo da parte del «governo regionale, che prevede la stabilizzazione dei 5 mila precari Asu, applicando una norma statale. Viene accolto così quanto da me richiesto».
Adesso l’Assessorato regionale alla Famiglia ha previsto che le stabilizzazioni possano avvenire anche con contratti a tempo parziale e come lavoratori in eccedenza rispetto alla dotazione organica e al fabbisogno di personale. Si potrà derogare, pertanto, a tutti i paletti che hanno finora bloccato le assunzioni alla Regione, nei Comuni, negli ospedali e in qualunque ente pubblico.
Chi non potrà beneficiare dell’assunzione definitiva, infine, potrà sempre ottenere il prepensionamento anche a 65 anni: la Regione verserà fino al compimento dei 70 anni una integrazione all’assegno dell’Inps. Adesso si attende soltanto l’approvazione finale in aula.
- Advertisment -

Più letti

Open chat