Test d'ingresso alle facoltà universitarie. Protesta del Coordinamento Universitario catanese



"Vogliamo dire a tutti che il numero chiuso non solo non tutela il diritto allo studio, ma è solo la punta di un iceberg fatto di innumerevoli problematiche del sistema universitario, dai tagli ai finanziamenti al divario tra università del nord e del sud, passando da un sistema di valutazione carente e malfunzionante. Crediamo che l'Università debba essere un luogo aperto a tutti, senza barriere nè sbarramenti, in cui tutte e tutti possano accedere ai corsi che preferiscono." Questa la richiesta degli studenti e delle studentesse del Coordinamento Universitario in occasione dei test d'ingresso per le numerose facoltà a numero chiuso dell'Università di Catania. Una protesta con megafono, volantini e striscione che non è passata inosservata.