Ristoratori in crisi per il Covid-19. Successo del Flashmob in Sicilia



ashUn flashmob dei Ristoratori ha registrato una massiccia partecipazione anche in Sicilia con l'accensione delle luci delle loro attività, locali rimasti al buio da quando l’emergenza sanitaria ha imposto la chiusura degli esercizi. Un comitato spontaneo tra gli operatori della Ristorazione Professionale, il comparto dell’imprenditoria enogastronomica e della ricettività/ospitalità turistica si è costituito anche in provincia di Ragusa "per sollecitare in maniera unitaria l’attenzione delle istituzioni e della comunità sulla gravissima crisi attraversata dal settore. In particolare il comitato ha costituito una piattaforma di richieste sintetizzate in un documento trasmesso alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, alla presidenza della Giunta regionale e al sindaco di Ragusa". Viene chiesta "la massima attenzione sulle gravissime problematiche vissute dalla categoria insorte a seguito della pandemia Covid 19 e sollecita risposte concrete alle richieste formulate fra cui una reale immissione di liquidità in tempi brevissimi, l’annullamento di tutti i tributi comunali, regionali e nazionali, la proroga della cassa integrazione straordinaria per il personale, l’avvio di una contrattazione/negoziazione seria ed efficace con il mondo bancario.

Il comitato resta vigile e operativo nei prossimi giorni, continuando a promuovere iniziative di sensibilizzazione e non solo, per tenere desta l’attenzione di tutti sull’attuale fase che rischia di mettere in ginocchio una delle spine dorsali dell’economia iblea.

Oggi non ci sentiamo né tutelati né supportati dal nostro governo. Chiediamo, come leggerete nel nostro documento, aiuti economici concreti e indicazioni precise riguardo i dispositivi di sicurezza da adottare, entrambe condizioni senza le quali ci rifiuteremo di riaprire le nostre attività".