Per le Zone Economiche Speciali chiesta l'istituzione funzionale anche alle aree interne

Le Zone Economiche Speciali (ZES) istituite in Italia con D.L. 91/2017, anche conosciuto come “Decreto Sud”, è stato il tema dell'incontro tra il Governo regionale e le forze sociali al quale ha partecipato anche Rosa Giovanna Castagna, presidente regionale CIA (nella foto) che ha espresso la sua posizione in merito. "Partendo dal fatto - dichiara Rosa Giovanna Castagna - che gli unici requisiti espressi dalla norma che istituisce riguardano la sussistenza del nesso economico-funzionale tra le aree di una medesima regione, l’esclusione di zone residenziali ed il rispetto della superficie massima prevista dalla legge, oltre all’inclusione di almeno un’area portuale, bisogna tenere in considerazione anche le aree interne, soprattutto quelle a vocazione agricola”. “In una Regione a Statuto speciale come la Sicilia – continua Castagna – l’attrattiva delle Zes con particolari benefici e semplificazioni rispetto al regime ordinario di credito di imposta al Sud, potrebbe essere maggiore e quindi dobbiamo cogliere questa occasione per rilanciare il tessuto socioeconomico dell’Isola, offrendo maggiori opportunità alle imprese già operanti sul territorio e per quelle che decideranno in seguito di investire anche sulle aree interne che possono avere uno sbocco al mare”.

Le ZES sono state i che prevede l’introduzione di “nuovi strumenti volti a favorire il superamento del divario economico e sociale delle regioni del Mezzogiorno rispetto alle altre aree del paese”.