Nasce il Comitato cittadino di garanzia per la tutela dei diritti umani nel territorio Calatino



Deliberare e rendere operative le linee guida per l’iscrizione anagrafica; Avviare un censimento degli immobili in disuso di proprietà comunale idonei affinché si possa valutare la possibilità di assegnazione diretta in autogestione; Istituire un tavolo tecnico che veda gli attori principali nella gestione del fenomeno migratorio in stretta collaborazione per pianificare le azioni sul territorio volte sia ad evitare le emergenze adottando i protocolli e gli interventi che si rendano necessari a contenere gli impatti più dannosi delle misure legislative sia ad esercitare un costante monitoraggio delle presenze nel nostro territorio per azionare interventi mirati. Queste alcune delle finalità del “Comitato cittadino di garanzia per la tutela dei diritti umani” costituito qualche giorno fa dalle associazioni: volontari per la protezione civile ASTRA, ARCI Amari-Circolo Arci Caltagirone, Il Cigno - Circolo Legambiente Caltagirone, Società S.Vincenzo De Paoli, Consiglio Centrale Caltagirone, Impronte Vegetali e ParlaMente. Il Consiglio direttivo del Comitato è costituito da: Anita Astuto,  Gemma Marino, Hassan Maamri, Laura Carullo, Mario Sortino e Anna Montemagno.


Nella foto dal profilo facebook una delle iniziative del Circolo Legambiente Caltagirone Il Cigno