Messaggi si solidarietà all'Assessore regionale Ruggero Razza minacciato di morte



Le minacce di morte all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, hanno provocato numerose reazioni di solidarietà da parte di istituzioni e soggetti politici regionali. Tra essi il gruppo parlamentare del M5S all’Ars (“Azioni vili e codarde come queste, dirette a chi sta cercando, nell’interesse di tutti, di limitare i danni di questa devastante pandemia, vanno condannate senza se e senza ma. Siamo vicini all’assessore in questo momento difficile per lui e per tutti i siciliani”), Marianna Caronia della Lega (“ E' stato ed è un periodo di forti tensioni, che hanno posto tutte le istituzioni davanti a situazioni mai vissute prima e a scelte difficili. Ma nessuno e sottolineo nessuno può pensare che esprimere con la violenza il proprio disappunto la propria disapprovazione verso le scelte politiche e amministrative fatte in questi giorni. Sono certa che l'Assessore Razza proseguirà nel proprio impegno, dando il massimo per garantire ai siciliani e alla sanità siciliana un miglioramento della condizione per un reale ritorno alla normalità”.) la Cisal Sicilia (“ Condanniamo con fermezza l’atto intimidatorio. La sanità siciliana vive un momento estremamente delicato e non si può non riconoscere gli sforzi dell’assessore Razza e dei lavoratori nell’offrire ai cittadini un servizio efficiente. Speriamo che in tempi rapidissimi si possa fare luce su quanto accaduto”.) ed il presidente dei deputati Questori on. Giorgio Assenza ("So che non saranno queste mascalzonate a fermare l'operato cosciente e responsabile dell'assessore alla Sanità, cui vanno i sensi della mia solidarietà e vicinanza - conclude il presidente dei deputati Questori in Ars - Al contrario, so per certo che l'amico Ruggero continuerà nella sua proba opera a favore di tutti i cittadini, compresi quanti della cialtroneria malandrina non riescono ancora a liberare le proprie coscienze").