Le più belle fotografie della città di Raddusa in mostra a Catania

Le più belle fotografie della città di Raddusa, scattate negli anni dal noto fotoamatore locale Santo Pellegrino, sono state esposte, dal 31 maggio al 04 giugno, alla mostra fotografica allestita, negli ampi locali sottostanti il Monumento ai Caduti sito nella piazza Tricolore di Catania, per promuovere le peculiarità architettoniche e paesaggistiche dei Comuni che insistono sul territorio metropolitano di Catania. La mostra è stata organizzata dall’Associazione “Museo Reba” nella persona dall’arch. Renato Basile che la presiede, il quale, in questa particolare occasione, ha usufruito della preziosa  collaborazione dell’Associazione Culturale “New Phoenix M&C” nelle persone di: Giuliana Corica, Rosaria Russo e Barbara Corbellini che hanno operato, in perfetta sinergia con l’Assessore Salvo Di Salvo, per portare alla luce un progetto la cui missione è quella di rigenerare il lungomare, recuperare l’architettura e restituire alla città di Catania il suo pregiato Monumento ai Caduti. Alla simpatica ed elegante cerimonia inaugurale, per il naturale taglio del nastro, che ha sancito la consegna del Monumento ai caduti rivestito da una nuova veste, hanno presenziato: il Sindaco di Catania avv. Enzo Bianco, l’Assessore all’Urbanistica e al Decoro Urbano della stessa città metropolitana Salvo Di Salvo e l’arch. Renato Basile. Alla inaugurazione ed alla consegna del Monumento ai Caduti, rinato dopo anni di assoluto degrado e silenzio, effettuata il 16 maggio scorso, ha fatto seguito l’apertura della mostra fotografica con l’esposizione delle fotografie rappresentanti il comune di Vizzini. Poi, appunto dal 31 maggio al 04 giugno, è giunto il turno del comune di Raddusa, che è stato rappresentato con le foto messe a disposizione dal fotoamatore Santo Pellegrino. L’evento proseguirà con la rappresentazione, a turno settimanale, delle fotografie di tutte le altre città del territorio catanese e con la partecipazione di vari artisti che allieteranno i visitatori con l’esibizione dei vari spettacoli artistico-musicali inseriti nei progetti che animeranno il Monumento.