L'Assessore regionale Falcone fa chiarezza sulle problematiche della Motorizzazione civile



Botta e risposta tra l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone e la deputata regionale Roberta Schillaci (nella foto) sulle problematiche legate agli uffici della Motorizzazione civile nell'isola evidenziati in una interrogazione all'Ars. "Nell’ultimo anno - ha dichirato Falcone -, sono stati compiuti significativi passi avanti nell'organizzazione del lavoro nelle Motorizzazioni e, specificatamente, nel rilascio delle patenti. Tutto ciò è avvenuto dopo un’ampia concertazione con i rappresentanti di categoria, le autoscuole, i consulenti, con cui abbiamo concordato virtuosi percorsi di miglioramento ed efficientamento delle nuove Motorizzazioni siciliane". "Tutte le strutture provinciali della Motorizzazione garantiscono i fondamentali servizi per cui sono preposte -  continua l'Assessore Falcone -. In più, nell'ultimo anno, abbiamo consentito lo svolgimento dei corsi per abilitare 60 nuovi esaminatori che servono, appunto, per dare risposte molto più calibrate sulle esigenze dell’utenza. Ragione per cui, peraltro, anche nei momenti di sofferenza, i ritardi non hanno mai superato i tre mesi". "Abbiamo poi dato seguito a una richiesta, da tempo inascoltata, del personale di fascia A e B, sbloccando la possibilità, per questi dipendenti, di affiancare il personale che si occupa di  revisioni e collaudi dei veicoli,  su tutte le province, con i relativi riconoscimenti retributivi.  Da ultimo,  è stato apprezzato lo svolgimento degli esami per gli istruttori su cui abbiamo lavorato con attenzione.  Proprio pochi giorni fa - conclude l'esponente del Governo Musumeci - siamo stati in visita alla Motorizzazione di Ragusa, raccogliendo gli stimoli da parte degli operatori".