La Sicilia è la prima regione a depositare la proposta di legge sulla tracciabilità alimentare

"Grande possibilità per le nostre filiere agroalimentari. Speriamo che la Sicilia non perda questa opportunità”. Definisce in questo modo la deputata M5S Ars Jose Marano (nella foto), l'iniziativa di legge che prevede l’adozione della Blockchain per la tracciabilità alimentare e può essere modello per altre realtà territoriali italiane presentata nel corso dell'evento “Come la Blockchain rivoluzionerà il modo di lavorare delle imprese”. “Si tratta di un sistema rivoluzionario e assolutamente redditizio per le nostre filiere agroalimentari - ha detto la deputata M5S Ars Jose Marano - per questa ragione siamo qui, per conoscere imprese e realtà economiche e imprenditoriali dove il sistema Blockchain è già un metodo consolidato. In Sicilia ho proposto in Parlamento una legge per la tracciabilità agroalimentare attraverso la Blockchain. Gli imprenditori siciliani attraverso l’utilizzo della Blockchain, possono raccontare la storia dei loro prodotti ed essere tutelati da un processo di trasparenza degli attori della filiera, rispetto alle pratiche non corrette dei ‘grandi’, che consente di fare emergere e tutelare il Made in Sicily. Il consumatore sceglierà quindi i prodotti delle aziende virtuose e trasparenti che sono all’interno della Blockchain. Non ci sono intermediari, enti che controllano, è un sistema decentralizzato che rappresenta una grande rivoluzione. Spero che la Sicilia - conclude Marano - non chiuda le porte a questa opportunità solo per partito preso”.