Grammichele: ammissione agli Ordini Sacri di Michele Sentina



Il primo impegno diocesano del vescovo, mons. Calogero Peri, dopo il ricovero e la convalescenza a causa del coronavirus, l’ammissione agli Ordini Sacri di Michele Sentina, hanno reso emozionante e gioiosa la giornata di sabato 27 giugno per la comunità grammichelese. Se pur nel rispetto del protocollo per il “Covid 19”, la chiesa Madre era gremita di fedeli ed è stata solenne la Concelebrazione Eucaristica, presieduta da mons. Calogero Peri e dai presbiteri locali e diocesani e soprattutto, per l’imposizione delle mani sul capo di Michele Sentina, 30 anni, che dopo aver conseguito la laurea in chimica e tecnologia, farmaceutica frequenta da 3 anni il seminario e il terzo anno di teologia presso lo studio teologico di Catania. Nel corso della solenne Concelebrazione Michele , ha dichiarato la volontà di intraprendere il tratto decisivo del cammino verso gli Ordini Sacri, prima e fondamentale tappa del percorso di formazione al Presbitero e quando, chiamato dal vescovo, si è presentato ai piedi dell’altare, Michele ha   pronunziato il suo si e  ha indossato l’abito talare, accolto fra le braccia del vescovo e dei suoi emozionati famigliari. Continua così il percorso di Michele, che ha risposto si alla chiamata del Signore, proseguendo il cammino che  iniziato sin da ragazzo e nella parrocchia dello Spirito Santo, dove ha maturato la propria decisione di intraprendere la missione presbiterale aiutato in ciò dal parroco don Salvo Luca, che lo ha accompagnato e assecondato. Michele  sin da giovanissimo ha vissuto con intensità ed esemplarità la  propria  vita caratterizzata dall’impegno scolastico e sociale e dopo aver brillantemente conseguito la laurea, ha risposto alla chiamata del Signore, entrando in seminario, con l’obiettivo di rafforzare la volontà di vivere come discepolo di Gesù. Una giornata quindi, quella vissuta da Michele, che caratterizzerà il suo cammino aiutato in ciò dalla corale presenza dell’intera comunità e preghiera indispensabile per affiancarlo in questo percorso e la commozione che pervadeva tutti, è stata la testimonianza di quanto affetto e considerazione è tenuto Michele nella comunità e in città. Al termine della Concelebrazione don Salvo Luca ha avuto parole di apprezzamento e ringraziamento per il vescovo, che ha scelto Grammichele per il suo  primo impegno diocesano, dopo il coronavirus, gli ha formulato gli auguri per il decimo anniversario di episcopato, durante il quale ha ordinato 7 nuovi presbiteri,  inaugurato e benedetto 4 nuovi altari e amboni e oggi ammesso agli Ordini Sacri Michele.  Abbiamo infine raccolto le dichiarazioni di  Paolo e Antonella Sentina, genitori di Michele: “Ringraziamo il Signore per la scelta di vita fatta da  Michele, siamo grati a quanti sono venuti e a quelli che  non sono potuti entrare per le restrizioni del Covid 19 e siamo certi   che Michele avrà il sostegno, preghiere e l’affetto di tutti”.