Gli studi di architettura aprono le porte ai cittadini. Venerdì e sabato "Open Studi Aperti"

Due giorni per conoscere come nasce un progetto d’architettura e in che modo l’architetto interviene nelle trasformazioni e nel miglioramento degli spazi urbani e abitativi. Venerdì e sabato  “Open Studi Aperti” degli architetti, paesaggisti e conservatori della provincia di Catania per aderire ad un evento nazionale. Dalle ore 18 alle 22 saranno aperti al pubblico gli studi professionali di: Valerio Di Bartolo Architetto (titolo evento “AperArkreativi”, Catania); Sebastiano Adragna Architetti (“Project Hour”, Catania); Emanuela Finocchiaro Architetto (“Doppio Senso - Doppio Spazio”, Catania); Studio di Architettura di Veronica Leone, nella foto, (“studio aperto”, Caltagirone); semi()atelier (“#quasinonpropriononsolo atelier”, Acireale); Iraci Architetti (“Architettura dall'interno - Nuovi punti di vista”, Misterbianco); Melissa Duello Architetto (“Innovazione e materiali naturali. Una micro architettura in cartone”, Misterbianco). "Open Studi Aperti nasce con l’idea di rappresentare nel senso più ampio l’intera categoria e non solo la singola attività professionale – commenta il presidente dell’Ordine di Catania Alessandro Amaro in una nota stampa dell'Agenzia Ipress – Avvicinare maggiormente al cittadino le figure dell’architetto, del paesaggista, del pianificatore e del conservatore è un’occasione importante per mostrare in che modo il loro operato incide positivamente nella qualità della vita di ciascuno di noi, come operatori di tutela e di valorizzazione del paesaggio, dei territori, del patrimonio artistico e culturale".

L’organizzazione a livello nazionale è curata dal Dipartimento Cultura, Promozione della Cultura Architettonica e della Figura dell'Architetto del Cnappc, mentre a livello territoriale il coordinamento è affidato al consigliere dell’Ordine Sebastian Carlo Greco.