Concluso il tour rievocativo dei Canadesi per i 75 anni dall'Operazione Husky

Per commemorare i 75 anni dall’Operazione Husky sono giunte in Sicilia alcune autorità canadesi che hanno preso parte ad un tour rievocativo, organizzato dalla Canada Company e da Steve Gregory (già ideatore delle celebrazioni del 70° dello Sbarco) e sotto l’egida del ministro Seamus O'Regan (Veterans Affairs), che ha ripercosso le tappe dell’avanzata fatta nel 1943 dai soldati della Prima Divisione di Fanteria e della Prima Brigata corazzata delle Forze canadesi, sbarcati nella zona di Ponte Grillo, sulle coste meridionali della Sicilia orientale.  Lo si apprende da un comunicato stampa dello stesso Ente metropolitano. Il tour ha interessato tanti centri con la delegazione – guidata dal  Maggiore Gen. Dany Fortin, comandante della Prima Divisione canadese e dal DSM Steven Merry, Aiutante di campo - che ha partecipato, con autorità civili e militari italiane, a cerimonie di commemorazione a Pachino, Ispica, Modica, Ragusa, Giarratana, Vizzini, Grammichele, Caltagirone, San Michele di Ganzaria, Piazza Armerina, Raddusa, Valguarnera, Enna, Leonforte, Assoro, Nicosia, Agira (dove nel cimitero di guerra canadese riposano 484 soldati caduti e identificati durante le operazioni di invasione), Regalbuto, Catenanuova, Centuripe, Adrano e Motta Santa Anastasia e Misterbianco. Ultima tappa a Catania al Museo storico dello sbarco in Sicilia – 1943, dove la delegazione canadese è stata accolta dal dirigente alle Politiche culturali della Città Metropolitana di Catania, Ettore De Salvo (foto di Rocco Angelico).