Caltagirone: operazione "Minosse". I Carabinieri arrestano 9 spacciatori di sostanze stupefacenti



4.000 euro mensili. Questo il volume d'affari di che ogni singolo spacciatore riusciva a raggiungere grazie allo spaccio nei comuni di Palagonia, Ramacca e Caltagirone. E' quanto evidenziano i Carabinieri che hanno arrestato 9 persone responsabili, a vario titolo, di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana. Il provvedimento scaturisce dagli esiti di un’articolata attività investigativa condotta dalla Sezione Operativa del N.O.R. della Compagnia di Caltagirone tra il mese di agosto 2016 ed il mese di dicembre 2018. Nell’ambito delle attività sono state arrestate, dalle compagnie di Caltagirone e di Palagonia, 17 persone, denunciate in stato di libertà 6, segnalate altre 16 alla locale Prefettura-UTG e sono stati recuperati complessivamente gr. 2.465 di marijuana,  gr. 663 di cocaina e gr. 348 di hashish nonché sequestrata la somma di denaro contante di euro 23.215, presunto provento dell’illecita attività di spaccio. "Un enorme plauso ai Carabinieri del comando provinciale di Catania e alla Procura della Repubblica di Caltagirone per la brillante operazione Minosse che ha colpito a fondo uno degli snodi più importanti dello spaccio di droga nel calatino”. Lo afferma il presidente della commissione Difesa della Camera, Gianluca Rizzo così come anche dall’Amministrazione comunale e la Presidenza a nome dell’intero Consiglio comunale. 

Nell'immagine il Comandante della Compagnia di Caltagirone, Capitano Vaira