Caltagirone: il Consiglio comunale boccia la realizzazione del cimitero nella frazione di Granieri

"Continueremo ad incalzare l’Amministrazione Ioppolo con ogni azione ed attività politica ed istituzionale, vigilando, controllando  e proponendo, al fine di raggiungere l’obiettivo della realizzazione del cimitero di Granieri, come legittimamente richiesto dai cittadini". Questa una parte del comunicato stampa del PD di Caltagirone a firma del segretario, Paolo Crispino (nella foto) dopo la bocciatura da parte del Consiglio comunale della mozione per il sì al cimitero della frazione di Granieri, sprimendo malcontento anche perchè, a suo dire, sono state "deluse le aspettative dei cittadini che ringraziano l’Amministrazione e la sua maggioranza"."Il Partito Democratico di Caltagirone ed il gruppo consiliare “Per la Città che vogliamo” hanno voluto porre all’attenzione dell’Amministrazione e del Consiglio la necessità di dar seguito agli impegni precisi assunti dalla Cimca al momento della sottoscrizione della convenzione, poiché consapevoli che una volta concluso il project, che ricordiamo prevede che siano a carico dell’azienda vincitrice sia gli espropri che le opere di urbanizzazione e che scadrà fra 5 anni, il Comune non avrà la possibilità di farlo a proprio carico. E soprattutto per quanto riguarda gli espropri lo stesso si esporrebbe direttamente ad eventuali cause giudiziarie come spesso accaduto. Ma - continua il comunicato - in Consiglio comunale la maggioranza, già falcidiata, come ormai spesso accade, da numerose assenze tra le sue fila, si è astenuta accampando la scusa di non aver visto accolto due loro emendamenti, che i proponenti non hanno accettato perché avrebbero svuotato il senso della mozione stravolgendola ed avallando di fatto il no alla realizzazione, facendo sì che il documento venisse bocciato".