Caltagirone: i sindaci del Calatino firmano la Strategia per le aree interne



"Un ulteriore passo in avanti verso l’utilizzo di somme consistenti a beneficio del territorio, secondo un modello di sviluppo finalizzato a colmarne le carenze infrastrutturali e a valorizzarne le non poche potenzialità". Ha definito così il sindaco di Caltagirone, Gino Ioppolo, la firma da parte dei sindaci del Calatino, della strategia dell’Area interna (Snai), per la quale sono previsti fondi comunitari e nazionali per oltre 36 milioni di euro finalizzate a bloccare il preoccupante fenomeno dell’abbandono di tanti paesi e a ridurre il divario che riguarda soprattutto la sanità, l’istruzione e il sistema della mobilità. Il prossimo passo sarà la sigla dell’Accordo quadro che, prevista per i primi mesi del 2020, libererà le risorse in questione. Queste nel dettaglio la suddivisione delle somme per i Comuni del Calatino: Caltagirone 15.143.203; Grammichele 5 milioni; Licodia Eubea 2 milioni; Mineo 2.555.791; Mirabella Imbaccari 3.333.934; San Cono 1.828.989; San Michele di Ganzaria 2.986.184; Vizzini 3.273.555 euro. Oltre tredici milioni di euro saranno destinanti a lavori di miglioramento, ammodernamento e adeguamento di assi viari secondari di collegamento con la viabilità principale; cinque milioni di euro per l’attuazione di interventi di efficientamento energetico negli edifici pubblici duemilioni di euro per la realizzazione di opere di trasformazione degli impianti di pubblica illuminazione con lampade a led e telegestione della rete.


Nella foto l'incontro per la firma