Caltagirone: con il Piano di Zona interventi a favore di anziani, disabili e minori



Anziani, disabili e minori, con la prevenzione dell’istituzionalizzazione attraverso l’educativa familiare. Per loro saranno attivati interventi grazie al Piano di Zona 2018-2019 del fondi del Distretto socio – sanitario D13 che ammonta a 500 mila euro, quasi interamente a carico della Regione siciliana. I Comuni che ne fanno parte sono quelli di Caltagirone (capofila), Grammichele, Vizzini, Mirabella Imbaccari, Mineo, San Michele di Ganzaria, Mazzarrone, San Cono e Licodia Eubea. Altri finanziamenti pari a  643.986 euro saranno a disposizione dei 55 distretti della Sicilia che daranno vita a forme associative fra i Comuni. Di questo se ne è discusso nel corso dell'ultima conferenza dei servizi tenutasi al Municipio di Caltagirone che ha visto la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni sanitarie, delle associazioni di volontariato, delle cooperative sociali, delle agenzie educative e formative e per il Comune di Caltagirone dell’assessore al Welfare, Concetta Mancuso. Una riunione del Gruppo di Piano e del Comitato dei sindaci per la redazione della prima bozza del Piano di Zona è invece prevista per mercoledì 13 febbraio alle ore 11.30 nella sala conferenze dell’ex Educandato San Luigi. Il Piano definitivo dovrà essere pronto e presentato alla Regione entro giovedì 7 marzo. Il sostegno al reddito sarà diminuito "in considerazione di altre iniziative di prossimo avvio su scala nazionale (reddito di cittadinanza) e della condivisa esigenza di accrescere l’efficacia, con le risorse a disposizione, degli interventi considerati prioritari".