Al Museo Diocesano di Caltagirone il convegno Corrispondenza e scambi tra Mediterraneo e le Fiandre



"Corrispondenze e scambi tra il Mediterraneo e le Fiandre. La cultura artistica in Sicilia tra Medioevo e Rinascimento" è il tema del convegno in programma venerdì 25 ottobre dalle ore 9.00 presso il Salone vescovile del Museo Diocesano di Caltagirone. Si tratta di una tappa dell’iniziativa ideata e realizzata dalla Diocesi di Caltagirone e dalla Soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Catania, su finanziamento anche dell’Assessorato dei Beni Culturali e I.S. della Regione Siciliana, in occasione del rientro a Caltagirone del Trono di Grazia, dipinto fiammingo di grande pregio attribuito a Vrancke van der Stockt appena restaurato dai Laboratori dei Musei Vaticani. Divulgare al grande pubblico alcune opere molto rare presenti nella Sicilia sud – orientale e contribuire al dibattito scientifico sulla vivace civiltà figurativa in cui giungeva il capolavoro fiammingo". Questo lo scopo dell'iniziativa che vedrà la partecipazione e gli interventi del vescovo di Caltagirone, Monsignor Calogero Peri, del Soprintendente dei  beni culturali e ambientali di Catania, Rosalba Panvini, degli organizzatori dell’iniziativa e del sindaco di Caltagirone, Gino Ioppolo. Modereranno don Fabio Raimondi, direttore del Museo Diocesano e curatore dell’iniziativa, Benedetto Caruso, dirigente del Servizio architettonico e storico artistico della Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Catania, Francesco Failla, direttore dell’Archivio e Biblioteca diocesani di Caltagirone.